In Hotel a Roma http://blog.roma-hotels.it Risorse e informazioni utili per chi soggiorna a Roma Sat, 18 Jun 2016 04:06:21 +0000 http://wordpress.org/?v=2.9.2 en hourly 1 Roma a portata di bambino http://blog.roma-hotels.it/index/2016/06/roma-a-portata-di-bambino/ http://blog.roma-hotels.it/index/2016/06/roma-a-portata-di-bambino/#comments Sat, 18 Jun 2016 04:06:21 +0000 admin http://blog.roma-hotels.it/?p=1038 Monumenti, itinerari e attività adatte ai più piccoli nella Capitale

Se viaggiare è universalmente consigliato, è anche vero che le famiglie con bambini devono preoccuparsi di soddisfare anche le necessità dei più piccoli. In una città come Roma, data la grande offerta delle attrattive, il compito è facile.

I più piccoli non resteranno sicuramente delusi dal Colosseo. Consigliamo in questo caso, non solo la semplice entrata, ma il tour guidato che permette l’accesso anche ai sotterranei dell’anfiteatro. È infatti questa l’area che più rimarrà impressa ai vostri bambini: l’emozione di scendere in un’area che a loro (ma anche a noi) sembra nuova, segreta e testimone di storie antiche. Ad affascinare i vostri bambini saranno proprio le storie legate ai sotterranei: i gladiatori che attendono di salire sull’arena, inconsapevoli della sorte che sarebbe toccata loro; i leoni, le tigri e gli altri animali che dentro apposite gabbie venivano fatti salire sull’arena tramite un sistema di corde, tirate ovviamente da schiavi.A tour ultimato, soffermatevi ancora sull’arena, dando ai bimbi il tempo di immaginare gli spalti gremiti di spettatori vocianti. Prima di uscire dal Colosseo, non dimenticate di passare dal bookshop: è molto fornito di libri adatti ai bambini che raccontano la storia di Roma e del Colosseo in un modo per loro divertente.

Trovare punti d’ incontro tra i vostri interessi e le esigenze dei più piccini è possibile: non sottovalutate a questo proposito uno dei musei più visitati al mondo, i Musei Vaticani. L’interesse dei vostri figli probabilmente non reggerà costantemente per tutti i sette chilometri del museo, tuttavia, potrebbero trovare interessanti alcune specifiche aree del museo. Portateli quindi a vedere il Museo Gregoriano Egizio ai Musei Vaticani: i ragazzi più grandi avranno sicuramente affrontato a scuola la storia di questa importante civiltà e vedere i preziosi sarcofagi, le mummie, le particolari statue e le misteriose tavolette sarà per loro un viaggio davvero affascinante.
Dopo il museo egizio stuzzicate la loro curiosità promettendo di far loro vedere un’altra parte curiosa dei Musei Vaticani: il Museo delle Carrozze, dove sono esposte le carrozze che i vari pontefici hanno usato durante i secoli! Troveranno buffe le carrozze variopinte per le uscite ufficiali, carrozze che alle bambine ricorderanno molto quella che Cenerentola usò per andare al grande ballo. I bambini saranno anche incuriositi dalle macchine dei decenni passati: ai loro occhi sono strane e vecchie, mentre per i grandi sarà come fare un tuffo nel passato. In alternativa, conviene anche prendere il biglietto che include l’entrata ai Giardini Vaticani: questo tour è effettuato sul minibus, dettaglio che ai bambini sarà particolarmente divertente e eviterà di stancarli camminando.
Per visitare i Musei Vaticani specialmente se in compagnia di bambini, è consigliabile prenotare l’ingresso onde evitare le lunghe code all’entrata.

Se introducete ai vostri figli l’immagine e la figura dell’imperatore romano, sarà interessante portarli a Villa Adriana a Tivoli, la sontuosa e immensa villa che l’imperatore Adriano si fece costruire per sé e la suo corte. La visita è all’aperto, e lo spazio elegantemente arricchito da fontane, vasche, statue e colonne. Durante i mesi estivi e più caldi, è consigliabile effettuare la visita nel tardo pomeriggio, cosicché la luce sarà meno intensa e la passeggiata più piacevole per voi e i bambini.

Tornando al contesto urbano, le sorprese adatte ai più piccoli che il cuore di Roma riserva non sono finite. Dopo una passeggiata nel cuore della città, dirigetevi verso Piazza di Spagna. Dopo una piccola sosta sulla celebre scalinata, continuate la passeggiata in direzione Villa Borghese. All’interno del grande parco che circonda il museo, vi è uno dei posti più divertenti dove portare i vostri bambini: il Bioparco di Villa Borghese. Questo giardino zoologico ricostruisce gli habitat naturali dove le diverse specie sono abituate a vivere: i bambini avranno quindi la possibilità di vedere gli animali in un ambiente più naturale e non dietro alle sbarre delle gabbie. Inutile dire che i bambini saranno eccitatissimi nel vedere le giraffe, i leoni, le tigri e tutti gli altri ospiti presenti nell’area, deputata per altro alla conservazione delle specie a rischio di estinzione.
Ma il giardino zoologico non è la sola sorpresa che l vasto giardino di Villa Borghese riserva. Al Gianicolo capita spesso di trovare gli spettacoli delle marionette, gli artisti scelgono infatti questo luogo per i loro spettacoli. Se poi intorno a mezzogiorno sentite un grande botto, dite ai vostri bambini di non spaventarsi: è il cannone del Gianicolo che puntuale come un orologio spara un colpo a mezzogiorno. Se nel pomeriggio i bambini vi sembrano provati dalla mattinata, non allontanatevi da Villa Borghese, non ha ancora esaurito le sue potenzialità. Potete affittare un risciò o un tandem e girare tranquilli per i viali alberati del parco, e magari fare una sosta al laghetto per far vedere ai vostri bimbi le anatre e le tartarughe.

Non dimenticatevi poi, che la Capitale ha un sacco da raccontare anche in fatto di cinema, e il cinema ha molto a che fare con i bambini. A questo proposito, non potete non portare i vostri bambini a vedere il museo del cinema di Cinecittà, che non ha niente da invidiare all’altrettanto famoso museo del cinema di Torino: i bambini al museo di Roma scopriranno come si fanno gli effetti speciali nei film, come si montano i suoni, i rumori e i costumi. L’intero percorso dura circa un’ora, una durata quindi che non affaticherà i bimbi, soprattutto se direte loro che avranno la possibilità di entrare nella pancia di un vero sommergibile! Il museo del Cinema di Roma presenta ulteriori attrattive: c’è la possibilità, accordandosi con una guida, di visitare addirittura i set di alcuni film, come Gangs of New York.

La comodità di una grande città come Roma è che riesce a mettere d’accordo esigenze diverse. Capita quindi che, anche in una zona turistica come quella tra San Pietro e Castel Sant’Angelo, c’è un posto che i vostri bambini potranno apprezzare. È quindi possibile soddisfare la curiosità dei “grandi” di vedere un museo come Castel Sant’Angelo, promettendo però ai bambini un pomeriggio divertente. A pochi passi da Castel Sant’Angelo cercate l’Art Studio Café: mentre voi vi riposate con un buon caffè, vostro figlio sarà felicissimo di partecipare ad un workshop sul mosaico, ad un laboratorio creativo sulla ceramica, un corso sul fumetto o addirittura con l’argilla.

Infine, per concludere la giornata, ecco un consiglio per la cena: alla Garbatella, una tranquilla zona residenziale raggiungibile con la metro, c’è un simpaticissimo ristorante che oltre a servire piatti buonissimi permette di stare in compagnia di tanti mici. È il Romeow Cat Bistrot: cenare su comode poltroncine con un micio che passeggia tra i tavoli vi farà sentire come a casa vostra.

]]>
http://blog.roma-hotels.it/index/2016/06/roma-a-portata-di-bambino/feed/ 0
Roma Pass, la Card per 3 giorni di sconti http://blog.roma-hotels.it/index/2015/07/roma-pass-la-card-per-3-giorni-di-sconti/ http://blog.roma-hotels.it/index/2015/07/roma-pass-la-card-per-3-giorni-di-sconti/#comments Mon, 20 Jul 2015 17:24:21 +0000 admin http://blog.roma-hotels.it/?p=1027 Se sei in procinto di visitare Roma per qualche giorno una buona idea è quella di acquistare la Roma Pass, una card piena di agevolazioni per i turisti che intendono visitare musei, mostre ed eventi e spostarsi con i mezzi pubblici.

Esistono due tipi di Card, quella classica che vale 3 giorni e quella ridotta che dura 48 ore. La prima costa 36 Euro e la seconda soltanto 28 Euro. Per acquistarla ci sono vari modi, online con carta di credito (massimo 4 card), telefonando al numero +39 060608 e comunicando i dati della propria carta all’operatore, oppure presso i punti vendita dislocati sul territorio: tutti i musei e i siti che fanno parte del circuito e i punti informativi turistici del comune di Roma.

Una volta acquistata la Card è necessario compilarla sul retro inserendo nome e cognome e data di attivazione, da quel momento è possibile utilizzarla fino alle ore 24 dell’ultimo giorno (nel caso di quella da 3 giorni) oppure 48 dal momento dell’acquisto per il tipo ridotto.

Ma cosa è compreso in questa Card? Anche in questo caso bisogna distinguere dal tipo di card acquistata, la Roma Pass di 3 giorni da diritto all’ingesso gratuito in due musei e/o siti archeologici, mentre nella 48 ore solo ad uno, ingresso ridotto a tutti gli altri musei per entrambe e accesso completamente gratuito ai mezzi di trasporto che fanno parte dell’offerta: autobus, tram e metropolitane. Restano esclusi alcuni collegamenti speciali tra cui tutte le tratte da e per l’aeroporto di Ciampino e Fiumicino e le ferrovie regionali.

Al momento dell’acquisto della card viene fornito un kit che comprende oltre alla card stessa: una mappa con i punti informativi, la guida con tutto l’elenco dei musei e siti convenzionati dove far valere gli sconti e le promozioni e la card per scaricare l’app sul proprio smartphone e avere sotto mano il meglio della città.

Consigliamo vivamente ai turisti di acquistare la card, sopratutto per i mezzi di trasporto, in modo da evitare di acquistare e obliterare i biglietti ogni volta, inoltre con l’ingresso gratis ai primi musei e le riduzioni sugli altri siti il risparmio è assicurato.

Per maggiori informazioni vi rimandiamo al sito ufficiale: www.romapass.it

]]>
http://blog.roma-hotels.it/index/2015/07/roma-pass-la-card-per-3-giorni-di-sconti/feed/ 0
Giubileo Straordinario, a dicembre inizia l’anno Santo della Misericordia http://blog.roma-hotels.it/index/2015/03/giubileo-straordinario-anno-santo-misericordia/ http://blog.roma-hotels.it/index/2015/03/giubileo-straordinario-anno-santo-misericordia/#comments Thu, 26 Mar 2015 16:41:02 +0000 babette http://blog.roma-hotels.it/?p=945 Con l’apertura della porta santa della Basilica di San Pietro, l8 Dicembre 2015 si inaugurerà il Giubileo indetto da Papa Francesco Bergoglio e che si concluderà il 20 Novembre del 2016. L’anno Santo della Misericordia è stato voluto dal Pontefice con l’intento di riportare la Chiesa Cristiana al suo ruolo principale “di casa che tutti accoglie e tutti ama”.

Nell’anno del Giubileo accade che i pellegrini fedeli della Chiesa Cattolica si recano a Roma, da ogni parte del mondo, per ricevere l’indulgenza plenaria, la cancellazioni delle pene previste per i peccati commessi.

Come già accaduto per l’ultimo Giubileo del 2000, indetto da Papa Giovanni Paolo II, che lui stesso definì come un lungo percorso spirituale di indulgenza e di fede, l’evento coinvolgerà non solo i cattolici ma il Mondo intero.

Moltissime le celebrazioni e gli eventi che hanno caratterizzato il Giubileo 2000, tra tutti la Giornata Mondiale della Gioventù che portò nella sola città di Roma circa due milioni di giovani di ogni etnia. Una folla pacifica e sorridente che invase la capitale colorandola con le bandiere più diverse, un’esperienza unica per chi l’ha vissuta.

La città di Roma si ritrova a ripetere l’esperienza e deve farsi trovare pronta lavorando fin da ora alla risoluzione di problematiche logistiche relative a potenziamento dei mezzi pubblici e viabilità.

Il Sindaco Ignazio Marino è intervenuto in merito dicendo che ” Più che a grandi opere bisognerà pensare a migliorare l’organizzazione cittadina, per esempio pensare a come gestire l’afflusso dei tanti pullman di pellegrini che si riverseranno nella capitale, creando zone di sosta fuori dal centro città“.  Verranno inoltre accelerate le opere di manutenzione: dal decoro alla pulizia delle zone verdi, ai lavori sulle grandi consolari fino ai trasporti.

Un appuntamento che la capitale non può mancare, ma attenzione perchè la sfida non riguarda soltanto soggetti pubblici, ma coinvolge anche i cittadini privati gestori di esercizi dedicati al pubblico come albergatori, ristoratori, negozianti, etc.

Il Giubileo del 2000 vide a Roma l’apertura di moltissimi b&b nati proprio per dare accoglienza ai pellegrini in visita, molti esercizi sono ancora attivi, altri per negligenza amministrativa e gestionale non sono però sopravvissuti.

In un momento in cui la crisi economia ha schiacciato, sotto il peso della tassazione, molte piccole attività a conduzione familiare, il Giubileo può rappresentare oggi l’occasione per far ripartire il settore turistico anche attraverso l’apertura di b&b.

Per sapere qualcosa in più leggi Come aprire un b&b a Roma.

]]>
http://blog.roma-hotels.it/index/2015/03/giubileo-straordinario-anno-santo-misericordia/feed/ 0
Come aprire un b&b a Roma. http://blog.roma-hotels.it/index/2015/03/come-aprire-un-bb-a-roma/ http://blog.roma-hotels.it/index/2015/03/come-aprire-un-bb-a-roma/#comments Sat, 21 Mar 2015 09:14:18 +0000 babette http://blog.roma-hotels.it/?p=955 In seguito all’annuncio di Papa Francesco sulla proclamazione di un Giubileo che avrà inizio l’8 Dicembre 2015, molti romani si staranno chiedendo come poter sfruttare la seconda casa sfitta da tempo o le eventuali camere inutilizzate del proprio appartamento.

Ecco alcuni aspetti utili da sapere prima di muoversi.

Per aprire un bed and breackfast non è obbligatorio avere la partita iva nè essere iscritti alla Camera di Commercio. Le uniche condizioni imposte dalla normativa sono:  tener chiusa l’attività per 90 giorni durante l’anno (non necessariamente consecutivi), mettere a disposizione un massimo di tre camere  6 posti letto) ed includere nella tariffa di soggiorno il servizio di colazione.

Altro discorso va fatto per gli affittacamere che invece vengono considerati a tutti gli effetti un’attività lavorativa, richiedendo pertanto l’apertura di una partita iva e l’iscrizione alla Camera di Commercio.

Il bad and breakfast è una struttura “extra-alberghiera”, normata nel Lazio dal Regolamento regionale del 24 Ottobre 2008, sul sito del Comune di Roma è indicato come rivolgersi allo SUAR,  Sportello Unico Attività Ricettive.

Come abbiamo visto sono minimi gli obblighi per il gestore: avere la residenza e il domicilio presso l’abitazione in cui verranno accolti gli ospiti,  esporre all’esterno una targa riportante gli estremi dell’autorizzazione comunale, ottenere una dichiarazione firmata a nome del condominio e pochi altri documenti amministrativi.

Possiamo dire pertanto che l’apertura di un b&b è piuttosto semplice, ovviamente mettere in piedi un’attività ricettiva non è solo questione di burocrazia, richiede tempo, capacità di organizzazione e predisposizione al contatto con il pubblico.

Se vogliamo che la nostra attività abbia successo ci sono una serie di servizi e di standard qualitativi che dobbiamo garantire. Dalla pulizia degli ambienti alla cura dell’arredo, dall’attenzione per il cliente al momento dell’arrivo fino alla sua partenza cercando di fare fronte ad ogni sua richiesta, dal rispettare e garantire tutto ciò che abbiamo promosso in fase di presentazione.

Una volta stabilito che la qualità dei servizi è la caratteristica fondamentale per la riuscita di una qualsiasi attività rivolta al pubblico, bisogna occuparsi della promozione, ovvero della comunicazione del b&b verso gli utenti.

La promozione del nostro b&b avverrà prima di tutto sul web, che oggi è il principale canale di ricerca utilizzato dalle persone. Come prima cosa ci occuperemo di realizzare un sito internet dedicato che metta in evidenza le caratteristiche del nostro appartamento, molta importanza verrà data alle foto che dovranno essere grandi e descrittive dei vari ambienti in cui verranno accolti gli ospiti.

Farà sicuramente piacere a chi atterrerà sul vostro sito leggere qualcosa di voi, una breve descrizione in cui i vostri utenti possano conoscervi, magari vedervi, aggiungendo una vostra foto, sapere qual’è lo spirito di accoglienza che caratterizza la vostra struttura. Più la vostra comunicazione sarà personalizzata e confidenziale maggiore sarà la probabilità di creare empatia e curiosità già dal web e quindi ottenere maggiori visite e clienti.

Considerate importante informare il più possibile su chi siete e come contattarvi (sia lasciando i vostri recapiti telefonici e mail, che descrivendo nel dettaglio le indicazioni stradali per raggiungervi da aeroporti o stazioni del treno), comunicare la vostra eventuale conoscenza di una lingua straniera, un plus sicuramente determinante per i vostri ospiti stranieri; fornire indicazioni commerciali (come servizi bancomat, ristoranti, supermercati relative al quartiere dove vi trovate); specificare le condizioni e le modalità di pagamento; indicare orari di arrivo e partenza. Insomma essere descrittivi in modo semplice e completo di tutto ciò che possa servire a chi sta cercando un posto dove soggiornare al meglio. Consigliamo di rivolgersi a  Studio_03, una web agency di Roma specializzata nella realizzazione di siti web per hotel e b&b.

Abbiamo detto che la realizzazione di un bel sito è il nostro biglietto da visita virtuale e abbiamo visto coma alcune caratteristiche come le foto, la realizzazione di testi emozionali, la descrizione dei nostri servizi possano aiutare la scelta da parte degli utenti. Ma di certo avere un bel sito non basta.

La promozione della nostra attività sul web è fondamentale per ottenere la visibilità nei risultati dei motori di ricerca, primo fra tutti Google.

Per prima cosa dovremo essere presenti nei portali di settore, ce ne sono moltissimi ormai (Booking, Venere, TripAdvisor…) ed anche lì bisognerà saper scegliere e indirizzare bene i nostri investimenti. La concorrenza è altissima e diversificata, e considerando che la ricerca di un utente non va oltre la seconda pagina, essere posizionati primi fra tutti farà la differenza in termini di prenotazioni e contatti.

Romahotels.it il portale che ospita questo blog, consente di acquistare al prezzo minimo di 8€/mese un pacchetto di visibilità dedicato alla propria struttura, per approfondire entra nella sezione Area Operatori.

]]>
http://blog.roma-hotels.it/index/2015/03/come-aprire-un-bb-a-roma/feed/ 0
10 bellezze imperdibili di Roma http://blog.roma-hotels.it/index/2015/02/10-bellezze-imperdibili-di-roma/ http://blog.roma-hotels.it/index/2015/02/10-bellezze-imperdibili-di-roma/#comments Sat, 07 Feb 2015 14:16:57 +0000 babette http://blog.roma-hotels.it/?p=923 10 cose da vedere a RomaRoma è una delle città più antiche al Mondo con tanti monumenti a testimoniare un passato glorioso, ci sono moltissimi luoghi da visitare e spesso per i turisti non è facile orientarsi.

Ecco una guida utile che descrive in breve i dieci siti turistici e culturali assolutamente da non perdere.

1. COLOSSEO –  FORI IMPERIALI – PALATINO

Simbolo della città eterna il Colosseo è un monumento unico della storia di Roma imperiale, è una delle attrazioni turistiche più visitate al mondo. Visitare il Colosseo al suo interno è un’esperienza davvero unica per chi la vive, un tuffo nella storia di Roma antica, l’esplorazione del più grande anfiteatro mai realizzato.

Il momento migliore per visitare il Colosseo è il primo pomeriggio, in particolare se il viaggio coincide con la stagione estiva, quando il sole inizia a scendere illuminando la pietra in modo particolare offrendo così uno spettacolo nello spettacolo.

Preso d’assalto dai turisti è necessario organizzare bene e per tempo la propria visita prenotando il biglietto on line, la validità è di due giorni e consente l’ingresso anche ai Fori Imperiali e al Palatino. Per apprezzare al meglio il Colosseo, la passeggiata ai Fori imperiali fra i resti di capitelli e colonne, per scoprire gli scavi della quasi intatta Basilica di Massenzio è consigliabile affidarsi ad una guida dedicata.

2. PANTHEON

Tempio per eccellenza, il Pantheon è un monumento imperdibile per chi è in visita nella capitale.  La facciata esterna cosi scura e sporca non ha nulla a che vedere con lo stupore che colpisce una volta dentro dove i turisti sono tutti con lo sguardo rivolto all’insù ad ammirare l’oculus, l’occhio dal dimetro di 9 metri da cui penetra la luce solare.

Tomba dei reali d’Italia, il Pantheon è bellissimo da visitare sia di giorno, quando il cono di luce illumina i marmi, sia la sera quando il profilo della sua pietra viene delineato dalle luci notturne della città.

La visita al Pantheon è gratuita ma con circa 3,50€ si può acquistare un’audio-guida per conoscerne la storia, è un luogo di culto e come tale va rispettato il doveroso silenzio.

Piazza della Rotonda offre molti ristoranti e bar dove cenare o prendere un aperitivo, c’è persino un Mac Donald’s per i più piccoli e tanti negozi di artigiani dove acquistare originali souvenir. Per i più golosi da provare la granita con la panna al caffè San Crispino oppure un buon gelato da Biancaneve a pochi passi.

Il Pantheon si trova proprio al centro della città e non ci sono mezzi diretti per raggiungerlo, suggeriamo un percorso a piedi  da Via del Corso, passando per il Senato e magari perdersi  per scoprire angoli nascosti di Roma.

3. PIAZZA NAVONA

Vivace ma discreta la piazza è racchiusa da una schiera di palazzi dall’architettura sobria ed elegante, come quelli della sede dell’Ambasciata del Brasile.

Piazza Navona è sempre affollata di gente che passeggia o si concede un drink ad uno dei tavolini dei molti caffè presenti, famosi ai turisti per essere piuttosto cari, ma la piacevole atmosfera che si respira fa presto dimenticare anche il conto più salato.

Da visitare anche la caratteristica Basilica di San’Agnese in Agone, la cui sagrestia è opera di Francesco Borromini rivale storico del più celebre Bernini.

Protagonista al centro della piazza è la Fontana dei Quattro Fiumi ennesima opera romana dello scultore Gian Lorenzo Bernini, una raffigurazione dei principali fiumi della terra fino ad allora conosciuti il Rio della Plata, il Danubio, il Nilo con il volto coperto e il Gange.

E’ frequentata in ogni stagione, in particolare a Dicembre con le tipiche bancarelle di oggetti natalizi fino al 6 Gennaio giorno per i romani della tradizionale passeggiata a Piazza Navona quando tutti, grandi e bambini si riuniscono per attendere l’arrivo della Befana.

4. FONTANI DI TREVI

L’immagine di Fontana di Trevi ha fatto il giro del mondo grazie al celebre film di Federico Fellini la Dolce Vita ed è per questo che ogni turista in viaggio a Roma va in cerca di questa meraviglia.

Imponente e maestosa la fontana è un’opera dello scultore Bernini che sembra dare vita nella pietra al Dio Nettuno trainato da due cavalli marini guidati da Tritone, lo scroscio continuo dell’ acqua e il tintinnio delle monete lanciate nella vasca come auspicio di tornare a Roma, sono il sottofondo di un luogo sempre animato di gente.

Ogni orario ha il suo fascino per visitarla, la mattina quando è scaldata dal sole e non è ancora molto frequentata, verso le dodici quando turisti e chi lavora nelle vicinanze si concede un panino sulle panchine che la circondano, o ancora la sera quando l’atmosfera si carica di magia e romanticismo.

Per una pausa veloce ma gustosa consigliamo di andare all’Antico forno che si trova proprio nell’angolo e assaggiare la pizza bianca ripiena di mortadella, un must consigliato da ogni romano.

Per lo shopping a pochi passi ci sono Galleria Alberto Sordi, Via Del Corso, Piazza San Silvestro e Via del Tritone da percorrere fino alla salita di Via Veneto.

5. BASILICA DI SAN PIETRO – CAPPELLA SISTINA

Conosciuta in tutto il mondo, la Basilica di San Pietro è il simbolo della Cristianità.

Da Via della Conciliazione si presenta sullo sfondo la magnificenza della sua architettura, camminando verso il centro della piazza si incontra il colonnato in un gesto quasi simbolico ad abbracciare  i pellegrini in visita alla Basilica. Sorpassando l’anello bianco raffigurato lungo il perimetro si entra senza accorgersene nello Stato di Città del Vaticano.

A terra ci sono da cui si ha un effetto ottico stupefacente. Le 284 colonne di marmo che circondano la piazza si sovrappongono dando vita ad una sola fila in linea perfetta, prova del genio di Bernini. In alto sulla facciata della Basilica le 140 statue dei Santi alte circa 3 metri che si erigono sopra le colonne come testimoni della cristianità.

All’interno della Basilica la Cupola di San Pietro, manifesto di bellezza universale ad opera di Michelangelo un effetto di colori, immagini e misticità che non si possono raccontare con le parole.

6. PIAZZA DI SPAGNA

Dalla scalinata di Trinità dei Monti si accede alla vivissima Piazza di Spagna luogo ideale per iniziare lo shopping tra le vie del centro. Alla fine della scalinata c’è la Fontana della Barcaccia realizzata da Bernini, raffigurante due soli dal volto umano che zampillano acqua.

Sui gradini c’è sempre molta gente seduta che si concede un sosta magari dallo shopping, turisti che mangiano, ragazzi che chiacchierano e tutto intorno il passaggio continuo da Via Condotti a Via del Babbuino fino al Via Del Corso dove ci sono boutique delle più famose marche della moda italiana.

7. CASTEL SANT’ANGELO

Fortezza in mezzo alla città eterna Castel Sant’Angelo è un luogo di indiscussa bellezza, situato a ridosso del Palazzo di Giustizia su Lungo Tevere Castello.

Voluto come sepolcro dall’imperatore Adriano, appartiene alla storia di Roma da oltre duemila anni, oggi museo nazionale è visitato con percorsi tematici che ne raccontano la storia e le trasformazioni che ha subito nel tempo.

La stagione estiva è la più ricca di appuntamenti, con concerti sinfonici all’interno delle sale e dei cortili a cielo aperto, suggestiva la passeggiata lungo la balaustra durante la quale si vede imponente la Cupola della Basilica di San Pietro.

E’ consigliabile una guida audio per capire e conoscere la storia di Castel Sant’Angelo così antico e infine salire sulla terrazza da cui è possibile ammirare un panorama mozzafiato della città.

8. CIRCO MASSIMO

Il più antico stadio di Roma, il Circo Massimo appare come un grande ovale verde tra i Colli Aventino e Palatino, un tempo era proprio li che i romani si radunavano per assistere alla corsa delle bighe. Ancora oggi dal lato di Caracalla sono visibili degli scavi che danno l’idea di quanto fosse imponente la sua struttura originaria.

Oggi il Circo Massimo è vissuto come una villa per attività di jogging e durante l’anno come location di alcuni eventi e manifestazioni sportive.

Non è molto frequentato dai turisti perché il sito non è abbastanza valorizzato dalla amministrazione capitolina, ma all’ora del tramonto sedendosi sul lato della collina che volge lo sguardo verso il Palatino si può godere di un’atmosfera davvero unica.

9. BOCCA DELLA VERITA’

A pochi passi da Circo Massimo in direzione del lungo Tevere, si trova la famosa Bocca della Verità, all’interno della Chiesta di Santa Maria in Cosmedin, l’ingresso è dalle 9.30 alle 16.50 ed è richiesta una libera donazione prima di scattare la foto di rito.

E’ chiamata Bocca della Verità per via una leggenda popolare, ai bugiardi la bocca mangia la mano! Una volta lì, consigliamo di costeggiare le mura e salire fino al Giardino degli Aranci per vedere i tetti di Trastevere e dare uno sguardo all’antica Basilica di Santa Sabina nel cuore dell’Aventino.

10. TERME DI CARACALLA

Relax e benessere erano importanti già in epoche lontane, come dimostrano le Terme di Caracalla, un complesso antichissimo risalente ai primi secoli dopo Cristo, sono nate come bagni termali, piscine in cui gli antichi romani si prendevano cura del corpo e si concedevano momenti di relax.  Si stima che i bagni potessero ospitare fino a 1700 persone.

Oggi le Terme Di Caracalla, che in alcuni punti mantengono ancora la loro struttura originale, sono un sito archeologico molto interessante da visitare e durante la stagione estiva fanno da scenario a concerti di Opere classiche.

Facilmente raggiungibile con la metro linea B fermata Circo Massimo, dove si trova inoltre la sede della FAO. Una volta usciti su strada, si attraversa per circa 700 metri via delle Terme di Caracalla, oppure con le linee bus 714 e 671, l’ingresso al sito è a pagamento.

]]> http://blog.roma-hotels.it/index/2015/02/10-bellezze-imperdibili-di-roma/feed/ 0 Aurelia Garden Gold b&b di Roma http://blog.roma-hotels.it/index/2013/11/aurelia-gold-garden-bb-di-roma/ http://blog.roma-hotels.it/index/2013/11/aurelia-gold-garden-bb-di-roma/#comments Wed, 27 Nov 2013 09:10:21 +0000 babette http://blog.roma-hotels.it/?p=901 Il nostro portale racchiude oltre settecento tra le migliore strutture ricettive di Roma, offrendo all’utente la possibilità di trovare la migliore soluzione tra hotels, b&b, case vacanze, appartamenti e residence. Per fornire qualche curiosità in più a coloro che scelgono Roma-hotels.it come strumento di ricerca per il proprio viaggio nella capitale, abbiamo pensato di guardare queste strutture un pò più da vicino e magari, attraverso il racconto di chi le gestisce, farci un’idea di come sta andando il settore del turismo a Roma.

A raccontarci l’Aurelia Garden Gold, un b&b molto apprezzato dai turisti in zona Aurelio – Trionfale, il titolare Paolo Tabarini.

Paolo, ci racconta la storia del suo b&b, com’è nata l’attività, con chi la gestisce e quali sono i servizi che caratterizzano la sua offerta?

La nostra attività nasce nell’anno 2000 in concomitanza con l’anno Giubilare, (che devo dire mi dette spunto per iniziare questa avventura!), quando si prevedeva l’arrivo di centinaia di migliaia di Pellegrini a Roma e le allora strutture ricettive si pensava non fossero sufficienti ad accogliere un così tanto afflusso di persone.

La gestione del nostro b&b, come prevede la normativa, è a carattere familiare. Sia io che mia moglie ci dedichiamo quasi a tempo pieno, figli permettendo, a questa bellissima attività e talvolta vengono coinvolti anche i nostri due bambini Emanuele di 7 a. e Valentina di 12.

Come è andata la stagione appena trascorsa? Ci sono stati trend di crescita?

La stagione appena trascorsa tutto sommato è andata abbastanza bene, considerando il momento di crisi particolarmente difficile. A parte i mesi di Gennaio e Febbraio, per tutto il resto dell’anno si può parlare di una sostanziale tenuta relativa alle presenze a Roma nel comparto extralberghiero, e di questi tempi non si può che non essere soddisfatti. In più le previsioni per il 2014 sono addirittura in crescita… direi niente male!

Il turismo quindi genera utili anche in tempi di crisi, per cui aumenta la concorrenza e allora come si sopravvive?

Beh il turismo in Italia genera circa il 10 % del PIl nazionale e Roma non fa differenza. Tra crisi e concorrenza sempre più spietata (è possibile trovare camere a 35/40 euro a notte anche in periodi in media stagione!) è sempre più difficile far fronte alle difficoltà dell’underbooking (neologismo che attiene ai voli ma che rende comunque l’idea!) soprattutto nei periodi di bassa stagione. Come si sopravvive ? Beh la ricetta è sempre la stessa, contenimento dei costi, prezzi contenuti (ma non stracciati!) e servizi qualitativamente eccellenti!

Permettetemi una sottolineatura relativamente ai prezzi: la “politica dei prezzi stracciati” a mio avviso non funziona, perchè se è vero che abbassando di molto i prezzi possiamo riempire una camera che altrimenti nell’immediato rimarrebbe vuota è altrettanto vero che la qualità del servizio con costi tanto bassi ne risentirebbe e di conseguenza anche la brand reputation trovando così difficoltà ad affermarsi positivamente.

Ha notato dei cambiamenti sulla provenienza dei turisti?

Rispetto agli anni precedenti non ho notato grandi cambiamenti anche se i paesi emergenti, quelli del post BRIC per intenderci, ovvero Turchia, Indonesia, Thailandia, Filippine e Malesia o i Paesi dei Nord Africa (Egitto, Tunisia e Marocco)  potrebbero in futuro dire la loro in termini di arrivi nel nostro bel Paese!

Quali sono i canali da cui arrivano i suoi clienti?

I canali sono sempre gli stessi, le OTA (Booking, Venere, Expedia, Hotels.com, Hotwire), poi le prenotazioni dirette su internet se si fa del buon web marketing, quindi Google adwords, ma soprattutto il passaparola rimane per me il canale privilegiato e più importante, perchè un ospite soddisfatto è un ospite che ritorna e fa da volano per migliorare e far circolare il brand della struttura.

Che ruolo hanno i social network nella gestione della sua attività?

I social a mio avviso sono un veicolo importante di promozione e per l’intercettazione di potenziali ospiti ma ritengo siano solo uno dei canali di promozione che va integrato con tutto il resto, OTA, marketing diretto, SEO, e non lascerei da parte il remaketing che secondo me sta conquistando un’ampia fetta del mercato turistico.

Come promuove il suo b&b l’Aurelia Garden Gold?

Come accennavo prima da sempre ho curato il SEO, poi il passaparola, la pubblicità on line e off line, offerte speciali su siti specificatamente turistici e in quest’ultimo anno ho aderito anche a una OTA, Venere.com che mi porta circa un 10% di prenotazioni.

Il suo b&b offre al cliente un’area spa e fitness, nata per andare incontro ad una richiesta del mercato?

Si all’interno del mio b&b abbiamo realizzato una piccola spa e area fitness, fiore all’occhiello del nostro b&b per andare incontro a una richiesta di mercato ma, soprattutto, per offrire un’offerta diversificata e con  qualcosa in più per il turista.

Come mai ha deciso di puntare su un pacchetto TOP di Roma-Hotels. it?

Perchè lo ritengo un buon sito, ben gestito, che può portare prenotazioni e profitto alla mia attività.

Se dovesse definire il suo b&b con uno slogan quale sarebbe?

Il nostro b&b è un’oasi di verde dove rilassarsi e farsi coccolare, sentendosi accolti con professionalità e cura.

]]>
http://blog.roma-hotels.it/index/2013/11/aurelia-gold-garden-bb-di-roma/feed/ 0
Parcheggio a Roma, missione possibile http://blog.roma-hotels.it/index/2013/10/parcheggio-a-roma-missione-possibile/ http://blog.roma-hotels.it/index/2013/10/parcheggio-a-roma-missione-possibile/#comments Thu, 10 Oct 2013 17:39:54 +0000 babette http://blog.roma-hotels.it/?p=836 Trovare il parcheggio a Roma, è un problema con cui i cittadini ormai si sono rassegnati a combattere. Trovare un posto entro le strisce bianche è ormai cosa rara, ma ultimamente anche quelli con le odiate strisce blu a pagamento, cominciano a non bastare, ed ecco che arriva lo stress del “dove la metto?!”.

Una soluzione sono i parcheggi custoditi che a Roma ci sono e non sono neanche pochi, il sito di Roma Capitale ne offre un elenco molto utile, ma vediamo nel dettaglio le tariffe e i servizi offerti da alcuni presenti nelle zone più centrali della città.

Partiamo dal parcheggio Grandi Stazioni di Roma Termini, a Piazza dei Cinquecento, con una capienza di 164 posti auto di cui solo 6 destinati ai disabili e aperto 24 ore con tariffa oraria di 2€, è il punto di riferimento per chi deve raggiungere la Biblioteca Nazionale, Piazza Indipendenza, Via Cavour, Piazza della Repubblica, Via Nazionale ed in generale le aree limitrofe alla stazione. Non è l’unico a servire la zona, cè n’è un altro dalla parte di Via Giolitti, davanti alla fermata delle Ferrovie laziali, è un parcheggio multilivelli, dove è possibile anche noleggiare auto, con una capienza di 430 posti auto, di cui 12 destinati ai disabili, è attivo 24 ore, con una tariffa oraria di 2€.

Dando uno sguardo al futuro di Termini, la consegna è prevista per novembre 2015, segnaliamo che sono stati avviati i lavori per la realizzazione di un mega parcheggio sul tetto della Stazione che ospiterà 1400 posti auto. Fabio Battaggia, AD di Grandi Stazioni, spiega come questi nuovi parcheggi andranno ad aggiungersi ai 238 già esistenti, l’ingresso sarà in via Marsala, una delle strette vie, perennemente congestionata dal traffico, che costeggia uno dei fianchi della stazione. Sarà possibile, grazie ad un sistema di scale mobili e ascensori, lasciare la propria auto e raggiungere comodamente i binari, le indicazioni saranno proiettate su monitor e la sicurezza garantita da 80 telecamere.

Spostandoci più in centro vi segnaliamo il Parcheggio di Villa Borghese, collegato con un sistema di scale sotterranee alla metro A fermata Piazza di Spagna. Aperto 24 ore, dispone di 1801 posti auto e 210 moto, tutti coperti, ha agevolazioni con teatri, ristoranti e hotel della zona, vigilato durante il giorno da personale addetto e presidiato nelle ore notturne con telecamere di sorveglianza, ha 36 posti riservati ai disabili, non prevede il parcheggio di camper. E’ possibile effettuare prenotazioni on line e la tariffa oraria è di 2.20€.

La stessa ditta che opera in tutta Italia, gestisce anche un altro parcheggio strategico a Roma sud in zona OstienseParcheggio Partigiani, collegato alla metro B, un pò più piccolo con 430 posti auto e 20 posti moto coperti, 12 destinati ai disabili, è aperto tutto l’anno, con orari fino alle 23.00, la tariffa è di 0,77€ ad ora. Ideale come riferimento per le zone di Testaccio, Piramide Cestia, Basilica di San Paolo.

Per chi è diretto a San Pietro, segnaliamo Terminal Gianicolo, realizzato in occasione del Giubileo 2000, strutturato su cinque livelli ha una capienza di 836 posti auto di cui 12 destinati ai diversamente abili. Aperto tutti i giorni dalle 7 alle 1.30 offre diversi servizi tra cui un bus navetta elettrico diretto in alcuni punti strategici della città. Anche qui c’è la possibilità di prenotazione on line.

Per la zona di Via Veneto e dintorni c’è il Parcheggio Ludovisi, con i suoi 500 posti auto coperti, aperto tutti i giorni dalle 5.30 all’1.30, con una tariffa oraria di 2,20€.

Nel quartiere Salario, c’è il Macro Garage, in via Nizza, aperto tutti i giorni 24 ore, fino all’una di notte, la tariffa oraria è di 3€, con uno sconto per chi presenta un biglietto del Museo.

Insomma se è vero che raggiungere il centro di Roma con la macchina scoraggia molti, è vero anche che con un pò di organizzazione si può scegliere di sostare in uno dei parcheggi custoditi più vicini al proprio punto di interesse.

Per i turisti muniti di auto, che hanno necessità di soggiornare, ecco un elenco prezioso degli hotel a Roma con parcheggio gratuito, per vivere la città senza lo stress di dover trovare un parcheggio!

]]>
http://blog.roma-hotels.it/index/2013/10/parcheggio-a-roma-missione-possibile/feed/ 0
Hotel gay friendly a Roma e nel Mondo http://blog.roma-hotels.it/index/2013/10/hotel-gay-friendly-a-roma/ http://blog.roma-hotels.it/index/2013/10/hotel-gay-friendly-a-roma/#comments Tue, 08 Oct 2013 07:19:37 +0000 babette http://blog.roma-hotels.it/?p=814 turismo gay friendly roma In un momento in cui la pubblica opinione torna a chiacchierare sul mondo gay per via dell’intervista rilasciata da Guido Barilla a La Zanzara su Radio24, costata cara al colosso pastificio, anche noi entriamo in argomento parlandovi di turismo Gay Friendly!

Sbirciando tra le oltre settecento strutture ricettive presenti sul nostro portale dedicato al turismo della capitale, ne abbiamo trovata una che nella scheda descrittiva si dichiara appunto Gay free, abbiamo deciso di partire da lì per raccontare una fetta di mercato in costante crescita.

Domus Valeria è uno tra i tantissimi presenti nella città eterna, ma la sua peculiarità, se così possiamo definirla, è il fatto di essere un bed & breakfast Gay Friendly. Si tratta di un piccolo attico di Palazzo Saulini, edificio costruito nel XVIII secolo in Via del Babuino, arredato con uno stile che coniuga moderno e antico dando ampio spazio all’arte, come testimoniano i diversi quadri che occupano le pareti.

Siamo certi che questo b&b ha le stesse caratteristiche estetiche di moltissimi altri, è centrale, con un giusto rapporto qualità prezzo, pulito e confortevole, ma più degli altri, viene scelto da un turista gay o lesbian per la capacità che offre di essere accolti nel rispetto e nella tranquillità dovuti, viene scelto perchè garantisce a queste persone di vivere le proprie vacanze in piena libertà, senza il rischio di sentirsi in imbarazzo o discriminati.

Domus Valeria fa parte di una delle strutture che aderiscono all’IGLTA, l’International Gay & Lesbian Travel Association, nata con lo scopo di sviluppare e migliorare il turismo LGBT , che sta per Lesbiche, Gay, Trans e Bisex, nel mondo, vediamo come.

L’associazione, che ha sede negli Stati Uniti, a Fort Lauderdale in Florida, nasce nel 1983 dall’idea di un gruppo di agenti di viaggio gay e lesbiche, è attiva in circa 80 paesi ed è presente con attività e promozioni in tutti i sei continenti. Principalmente offre alla sua folta community strumenti per pianificare e personalizzare il viaggio in ogni suo aspetto, nei vari luoghi del mondo, consigliando strutture, itinerari, punti di interesse.

All’IGLTA aderiscono non solo strutture alberghiere, ma anche agenzie di viaggio, fornitori di servizi per il trasporto, ristoranti, tour operator, eventi, compagnie aeree, autonoleggi, ristoranti, gallerie d’arte insomma tutti gli attori che operano nel settore turismo e che si dichiarano LGBT.

A Roma il punto di riferimento è “RomeTown! The other side of Rome, il primo portale turistico dedicato all’universo gay, nato per gestire e offrire il meglio dei servizi esclusivamente Gay Friendly della città.

Vi forniamo qualche dato lanciato in occasione della terza edizione di Expo Turismo Gay il workshop sul tema, realizzato con il con il patrocinino di ENIT, l’Agenzia Nazionale del Turismo e AITGL, l’Associazione Italiana del Turismo Gay&Lesbian, all’interno di NoFrills,  appuntamento di settore tenutosi a Bergamo il 27 e 28 settembre, dal quale è emerso che il turismo gay genera un giro d’affari di oltre due miliardi e mezzo all’anno.

Lo studio condotto da Gfk Eurisko ha presentato dati interessanti andando a definire il profilo del viaggiatore LGBT, ormai sapete cosa vuol dire, e le abitudini di viaggio.

Nello specifico è emerso che il turista LGTB è culturalmente più preparato degli altri, nel 44% dei casi ha conseguito un diploma di studi superiori e nel 37% la laurea, dal punto di vista professionale ricopre incarichi dirigenziali, il 12% oppure svolge una libera professione, circa il 17 %, cifre alte se confrontate alla media nazionale.

E se uniamo cultura a professionalità è facile intuire che il turista LGTB ha un reddito abbastanza elevato, il 42 % ha un potere d’acquisto che varia tra i 1.500 e i 3.000 euro da destinare ai viaggi, il 30% non bada a spese e il 37% si rivolge a professionisti per l’organizzazione delle vacanze, una bella notizia per chi opera nel settore turistico e vuole entrare nel circuito LGTB!

Viaggiano di più, 56% contro 45%, e con più frequenza, 57% contro il 33%, inoltre il 75% dei LGTB ha fatto almeno un viaggio nell’ultimo anno durato, per più del 50% di questi, per più di 10 giorni!

Vediamo cosa amano e quali sono le mete più frequentate: per i viaggi lunghi, il Nord America vince su tutte le altre destinazioni, l’Europa resta la meta preferita per il 36%, l’Italia viene scelta per lo più da turisti gay italiani. Tra le ragioni che portano a prediligere un paese ad un altro ci sono nell’ordine clima, cucina e benessere, poi a seguire natura, arte e cultura.

La classifica delle mete turistiche gay friendly vede in testa e non è una sorpresa Mykonos, scelta dal 32%, a seguire Barcellona e Ibiza, poi troviamo ancora la Spagna con Sitges, famosa per il modernismo e le spiagge bianche, poi la Grecia cha vanta l’8%, per arrivare finalmente a Roma, che ottiene il 3% del turismo gay friendly a pari merito con Miami.

Per quanto riguarda le strutture, la tipologia più richiesta è l’hotel con il 42% delle preferenze, la ricerca viene effettuata per lo più su internet e attraverso il circuito di amicizie. Infine lo studio Eurisko ha portato alla luce un dato importante, fondamentale per questa tipologia di turista: per il 39% dei casi si richiede che la struttura ricettiva prescelta e la vacanza desiderata possano essere definite entrambe “gay friendly”, questo per sentirsi accettati e pienamente rilassati.

Da una piccola ricerca su Roma, emerge che sono poco più di dieci gli hotel e b&b gay friendly, un numero troppo basso e inaccettabile per una città che aspira ad essere una metropoli a livello internazionale. Forse bisognerebbe lavorare di più su un concetto di business che punti ad offrire servizi rivolti a tutte le tipologie di turisti, dai più tradizionali ai più stravaganti.

Se poi consideriamo che da sempre le abitudini, il gusto, le scelte fatte da esponenti del mondo LGTB hanno fatto e fanno tendenza, sarà il caso, forse, di abbandonare vecchi stereotipi legati a questo mondo e aprire le porte ad un turista attento, esigente che ricerca qualità dei servizi e rispetto dell’individuo, come del resto facciamo tutti noi!

]]>
http://blog.roma-hotels.it/index/2013/10/hotel-gay-friendly-a-roma/feed/ 0
Piste ciclabili a Roma, una guida utile http://blog.roma-hotels.it/index/2013/08/piste-ciclabili-a-roma/ http://blog.roma-hotels.it/index/2013/08/piste-ciclabili-a-roma/#comments Wed, 07 Aug 2013 11:08:08 +0000 admin http://blog.roma-hotels.it/?p=781

Le piste ciclabili a Roma ci sono e non sono poi così poche.

La mobilità cittadina destinata alle due ruote può migliorare, soprattutto nelle zone periferiche, ma visto che su Roma sono segnalati circa 230 km di piste ciclabili, abbiamo deciso di raccontarvene alcune.

Alcune delle ciclabili, attraversano i punti più caratteristici della città, dalla periferia al centro di Roma ci sono percorsi destinati alle biciclette che passando per le ville o lungo il Tevere portano alla scoperta di angoli poco conosciuti della città.

Appia Antica – Parco degli Acquedotti.

Un circuito ad anello che parte dalla via più antica della capitale la via Appia Antica, che per alcuni tratti mantiene ancora gli originari grossi ciottoli e che accompagna dolcemente al Parco degli Acquedotti. Il percorso è di circa 7 km, di facile agibilità quindi adatto ai bambini e percorribile anche in piena estate per i molti tratti ombreggiati. Tutta l’area del parco è ciclabile ed il paesaggio in ogni punto è davvero unico, consigliamo di proseguire sul tratto della Via Appia Antica fino a raggiungere il Mausoleo di Cecilia Metella, una testimonianza della Roma antica.  Il sito www.parcoappiaantica.it offre informazioni utili sulle attrattive del parco. La zona è servita dalla metro B.

Prati – Flaminia.

Possiamo considerarla una delle ciclabili più utilizzate per chi vive e lavora in zona Prati, quartiere pieno di uffici e negozi. Partendo da Valle Giulia, sede della Galleria d’Arte Moderna e poco distante dal Museo Nazionale Etrusco la pista attraversa Lungo Tevere delle Armi, passa per Lungo Tevere della Vittoria, prosegue su Ponte Milvio per poi finire in zona Flaminia. Di facile percorribilità, questo percorso si presta a brevi soste di shopping e ristoro.

Villa Ada – Villa Borghese.

Villa Ada è il secondo parco più grande della città, un’oasi verde caratterizzata da un laghetto naturale. E’ molto frequentata  dai ciclisti che amano il cross country per via dei diversi percorsi che si arrampicano nel boschetto che sovrasta il parco. Da uno di questi itinerari si sbuca su Piazza Ungheria, da lì si prende la pista che entra a Villa Borghese, costeggiando le mura del Bio Parco. Tante cose da vedere come il romantico laghetto, il Museo Galleria Borghese con le opere del Bernini e Casanova, arrivare ad affacciarsi alla terrazza del Pincio e infine scendere giù fino a Piazzale Flaminio. Un bel giro che dalla periferia settentrionale vi porta al cuore della città. Se non avete una bicicletta niente paura perché proprio a Villa Ada è possibile noleggiarne una, di quelle prodotte da Ducati Energia  con la pedalata assistita e un sistema che fornisce info sulle calorie bruciate. Noleggiarla è facile occorreranno una carta di credito e un cellulare, per maggiori info www.bikesharing.roma.it.

La dorsale destra del Tevere.

Questa pista ciclabile è la più conosciuta e amata dai romani, corre lungo la riva destra del Tevere consentendo grazie ad alcuni ponti dotati di appositi scivoli per le biciclette, di fare incursioni in centro e poi rientrare con estrema facilità. Partendo da Ponte Margherita, quello all’altezza di Piazza del Popolo, si arriva a Ponte Garibaldi, ovvero all’ Isola Tiberina alle porte di Trastevere dove inutile dirlo troverete diverse osterie per gustare i piatti tipici della cucina romana e moltissimi siti culturali.

Qualche altra informazione utile per chi volesse visitare Roma nella piena libertà delle due ruote. La bicicletta può essere trasportata su metro A, B e la linea Roma – Ostia Lido, tutti i giorni dopo le ore 20 e per l’intera giornata di sabato e festivi, il supplemento per il trasporto della bicicletta è di 1,50€. Diverso è per le biciclette pieghevoli che non hanno limitazioni di trasporto né supplemento di costi. Qui alcuni numeri utili per noleggiare biciclette a Roma oltre al bike sharing già segnalato.

Quelle che abbiamo descritto sono solo alcune delle piste ciclabili che percorrono Roma, come riferimento per conoscerle tutte vi segnaliamo www.piste-ciclabili.com con percorsi aggiornati da chi li ha già provati.

Una raccomandazione però vogliamo farla, Roma è una città trafficata e caotica, alcune strade urbane del centro sono pericolose e purtroppo si sente ancora troppo spesso di incidenti mortali ai danni di ciclisti.  A Roma tenere massima prudenza e osservare le regole base della sicurezza in bicicletta possono non bastare, per cui meglio evitare le così dette strade killer super trafficate che costringono a fare lo slalom tra auto e pulmann, piuttosto preferite le piste ciclabili che come abbiamo visto non mancano!

]]>
http://blog.roma-hotels.it/index/2013/08/piste-ciclabili-a-roma/feed/ 0
Alloggi vicino alle Università di Roma http://blog.roma-hotels.it/index/2013/07/alloggi-vicino-alle-universita-di-roma/ http://blog.roma-hotels.it/index/2013/07/alloggi-vicino-alle-universita-di-roma/#comments Sun, 14 Jul 2013 17:28:31 +0000 admin http://blog.roma-hotels.it/?p=770 A Roma ci sono ben tredici università ed ora che siamo entrati nel periodo delle lauree abbiamo pensato di creare una guida utile per coloro che dall’Italia raggiungeranno la capitale per festeggiare il proprio laureando!

Andando per ordine, non possiamo non partire da lei, l’Università di Roma La Sapienza, uno degli atenei più importanti del mondo, primo in Europa. Si tratta di una vera e propria città universitaria, 11 facoltà con i rispettivi dipartimenti, dislocate in diverse zone della capitale e due sedi decentrate a Latina e Rieti nate per migliorare la fruizione dell’offerta formativa.

Il cuore della Sapienza, la cittadella universitaria si trova in Piazzale Aldo Moro alle porte di San Lorenzo, nelle vicinanze della Stazione Termini, che insieme ai quartieri Bologna e Tiburtina costituiscono i cosiddetti quartieri universitari, dove vivono giovani romani e fuori sede provenienti da tutta la penisola.

Qui trovate una suddivisione per individuare facilmente a seconda della facoltà il luogo più comodo per soggiornare.

Laurea in Giurisprudenza, Medicina, Farmacia, Lettere, Chimica, Biologia, Scienze Politiche: queste alcune delle facoltà che si trovano nella cittadella universitaria, se venite ad assistere ad una di queste lauree vi consigliamo di alloggiare scegliendo tra le strutture alberghiere vicino Stazione Termini, hotel a Piazza Bologna, bed and breakfast a Tiburtina, hotel a San Lorenzo.

Se invece, il vostro laurendo è di tutt’altra natura, architetto o ingegnere per esempio, allora vi troverete in altri quartiere vediamoli più nel dettaglio.

Laurea in Facoltà di Ingegneria, Informatica e Statica sono più centrali, vi suggeriamo quindi Hotel e bed & breakfast in zona San Giovanni, alle spalle del Colosseo ai piedi di Colle Oppio.

Laurea in Facoltà di Architettura: se dovete assistere al battesimo di un nuovo architetto, le strutture che faranno per voi sono quelle in zona Flaminio, sede di una delle stazioni metro e zone limitrofe come il quartiere Flaminio o Piazza del Popolo.

Laurea in Lettere Filosofia Scienze Umanistiche Studi Orientali: se siete chiamati a festeggiare un esperto di letteratura Giapponese o Cinese dovrete spostarvi più a nord, precisamente nel bellissimo quartiere residenziale di Nomentana. Ecco una lista degli hotel in zona Montesacro, Corso Trieste, Nomentana, Bologna.

Laurea in Medicina e Psicologia: per questo nuovo dottorando dovrete abbandonare il centro e spostarvi molto più a Nord, in via di Grottarossa, in prossimità dell’Ospedale Sant’Andrea, una fatica che vale la pena sostenere, in fondo state inaugurando un nuovo dottore! Ecco l’elenco degli hotel che fanno per voi.

Come abbiamo detto la Sapienza è la prima università di Roma, per anzianità e numero di iscritti, ma non è l’unica, vediamo le altre.

Nel 1982 nasce il secondo istituto universitario della capitale Università di Roma Tor Vergata, una delle realtà italiane di formazione più attive nel nostro paese, è qui che hanno sede il CNR e l’ASI, Agenzia Spaziale Italiana. Si estende per circa 600 ettari ed è concepita come un campus universitario di stile anglosassone, offre più di 100 corsi di laurea di cui ben sei interamente in lingua inglese.

Sono oltre 40 mila gli studenti che hanno scelto questo polo universitario che ha come sede l’antica “Turris Virgate” del XIV secolo, casale di proprietà degli Annibaldi nobile famiglia romana. Non solo cultura a Tor Vergata perché al suo interno ospita un importante centro congressi, la Fondazione Policlinico Tor Vergata, una delle più avanzate per tecnica e ricerca d’Europa, un centro sportivo e un orto botanico.

Se cerchi strutture ricettive nei pressi di Tor Vergata ecco un elenco che può esserti d’aiuto.

E infine arriviamo a parlare dell’ultima nata, l’Università degli Studi Roma Tre la terza università statale di Roma classe 1992! Potremmo ribattezzarla l’università di Roma Sud visto che la sua sede architettonicamente moderna è in via Ostiense, un pezzo di modernità tra i vecchi palazzi del quartiere San Paolo.

Anche se giovane ha già grandi numeri conta 40mila iscritti, 8 facoltà e 32 dipartimenti rappresenta un cuore pulsante, di sviluppo urbanistico e culturale a livello locale con progetti di formazione in ambito internazionale. Se avrete la fortuna di assistere ad un laureando di questa università, potrete certamente concedervi una passeggiata alla Basilica di San Paolo, una delle più belle di Roma. Per il vostro soggiorno invece vi consigliamo di vivere l’esperienza della romanità con un bed and breakfast in zona Ostiense, uno dei quartieri della tradizione popolari di Roma, portato qualche anno fa all’attenzione del pubblico perché set della fiction di successo dei Cesaroni.

Mens sana in corpore sano, dicevano i latini, infatti è importante allenare anche il corpo.

L’Università degli Studi di Roma Foro Italico, lo Iusm è la quarta università statale, unico ateneo italiano e uno dei pochi tra quelli europeo dedicato esclusivamente all’attività motoria e allo sport. La sede è nel centro sportivo del Foro Italico, lo Iusm nasce nel ‘98 ma le sue radici risalgono a cinquant’anni prima quando viene inaugurata l’Accademia fascista di educazione fisica maschile di Roma. Fortemente legata alla storia della sua città, la quarta università vanta fama a livello internazionale.

Se il laureando è un futuro professore di educazione fisica il vostro alloggio ideale si trova nella zona di Lungotevere Flaminio.

Fino ad ora abbiamo visto le università pubbliche ma l’offerta formativa capitolina non si ferma qui. Vi sono infatti altri importanti istituti che non possiamo tralasciare e

che ci porteranno alla scoperta di altrettanti quartieri romani in cui hanno la loro sede.

In primis la Luiss, l’Università degli Studi Internazionali Guido Carli, università autonoma privata nata nella seconda metà degli anni settanta dalla volontà di Umberto Agnelli decide di investire risorse umane e finanziarie in un innovativo progetto di formazione della classe dirigente. Così è stato oggi l’istituto rappresenta un modello formativo altamente avanzato e competitivo.

Ha sede in Via Gorizia, a due passi da Piazza Istria e Corso Trieste, adiacente a Via Nomentana, può essere una buona occasione per visitare la basilica di Santa Cecilia qualche km più su.

Rimanendo sempre in ambito privato c’è la Lumsa, la Libera Università Maria Ss. Assunta un’università di ispirazione cattolica nata nel 1939 come Magistero, successivamente aperta alle studentesse laiche e finalmente nel ’91 anche agli studenti.

La Lumsa ha sede in uno dei posti più belli della capitale fra la Basilica di San Pietro e Castel Sant’Angelo, tappa degli itinerari turistici più apprezzati. In questa zona la scelta di dove alloggiare è davvero ampia, ecco i link alle nostre strutture.

A chiudere il cerchio delle private c’è l’Università Cattolica del Sacro Cuore che ha sedi in diverse città italiane, a Roma sono attive le facoltà di Economia, Medicina e Chirurgia. Nasce nel 1961 per volontà del suo fondatore Padre Agostino Gemelli, che ha dato il nome all’omonimo policlinico sede degli studi.

Nasce sulle colline di Monte Mario il più alto fra quelli della Farnesina dove sorgono i quartieri Prati, Trionfale, Delle Vittorie, lo stesso Monte Mario, Balduina, Trionfale e Camilluccia. Consigliamo di trovare qui il vostro alloggio.

La formazione capitolina non delude gli stranieri e ai due istituti internazionali potremmo concedere la laurea per “best location”!

L’americana John Cabot University nata nel 1972 che accoglie studenti di tutto il mondo che vogliono regalarsi un ciclo di studi attratti dal mito della Roma felliniana ha sede sul lungotevere tra Ponte Sisto all’altezza di Piazza Trilussa e Ponte Garibaldi alle porte del cuore di Trastevere dove non mancano hotel e bed and breakfast di ogni tipologia.

L’altra è l’Università Americana di Roma istituita nel 1969 forma studenti di tutto il mondo dalla splendida terrazza panoramica del Gianicolo da cui si gode di un panorama unico, si ha davanti in un solo sguardo la bellezza della città.

Il nostro viaggio alla scoperta dell’offerta formativa a Roma si è quasi concluso, restano da segnalare la Libera Università Leonardo da Vinci che offre corsi di Estetologia, Medicina e Chirurgia Estetica, patrocinata dal Sindacato Italiano di Naturopatia Pranopratica Estetologia il campus ha sede in zona Aurelia; l’Università Campus Bio-Medico destinata a formare in ambito biomedico che quest’anno 2013 festeggia i suoi primi vent’anni situata fuori città in zona Trigoria; l’Università Europea che ha inaugurato il suo primo corso di laurea solo nel duemilacinque si trova in zona Aurelia Antica.

Ma chi l’ha detto che l’università è solo per giovani? Non fatevi sentire dagli studenti ultra-cinquant’enni della Upter, dedicata ai giovanotti della terza età, nata nel 1987 si è affermata come una delle eccellenze nel campo della formazione in Italia e in Europa. Non ha una sede singola, perché i suoi corsi destinati a tutti i cittadini, vengono ospitati da moltissime strutture sparse sul territorio, ma non potevamo non citarla per l’importante contributo che offre con lifelong learning a migliaia di cittadini.

Roma da scoprire anche attraverso la formazione che in perfetto stile “romano” con la sua ampia offerta accontenta sempre un po’ tutti!

A cura di Barbara Fabi

]]>
http://blog.roma-hotels.it/index/2013/07/alloggi-vicino-alle-universita-di-roma/feed/ 0