Il nostro portale racchiude oltre settecento tra le migliore strutture ricettive di Roma, offrendo all’utente la possibilità di trovare la migliore soluzione tra hotels, b&b, case vacanze, appartamenti e residence. Per fornire qualche curiosità in più a coloro che scelgono Roma-hotels.it come strumento di ricerca per il proprio viaggio nella capitale, abbiamo pensato di guardare queste strutture un pò più da vicino e magari, attraverso il racconto di chi le gestisce, farci un’idea di come sta andando il settore del turismo a Roma.

A raccontarci l’Aurelia Garden Gold, un b&b molto apprezzato dai turisti in zona Aurelio – Trionfale, il titolare Paolo Tabarini.

Paolo, ci racconta la storia del suo b&b, com’è nata l’attività, con chi la gestisce e quali sono i servizi che caratterizzano la sua offerta?

La nostra attività nasce nell’anno 2000 in concomitanza con l’anno Giubilare, (che devo dire mi dette spunto per iniziare questa avventura!), quando si prevedeva l’arrivo di centinaia di migliaia di Pellegrini a Roma e le allora strutture ricettive si pensava non fossero sufficienti ad accogliere un così tanto afflusso di persone.

La gestione del nostro b&b, come prevede la normativa, è a carattere familiare. Sia io che mia moglie ci dedichiamo quasi a tempo pieno, figli permettendo, a questa bellissima attività e talvolta vengono coinvolti anche i nostri due bambini Emanuele di 7 a. e Valentina di 12.

Come è andata la stagione appena trascorsa? Ci sono stati trend di crescita?

La stagione appena trascorsa tutto sommato è andata abbastanza bene, considerando il momento di crisi particolarmente difficile. A parte i mesi di Gennaio e Febbraio, per tutto il resto dell’anno si può parlare di una sostanziale tenuta relativa alle presenze a Roma nel comparto extralberghiero, e di questi tempi non si può che non essere soddisfatti. In più le previsioni per il 2014 sono addirittura in crescita… direi niente male!

Il turismo quindi genera utili anche in tempi di crisi, per cui aumenta la concorrenza e allora come si sopravvive?

Beh il turismo in Italia genera circa il 10 % del PIl nazionale e Roma non fa differenza. Tra crisi e concorrenza sempre più spietata (è possibile trovare camere a 35/40 euro a notte anche in periodi in media stagione!) è sempre più difficile far fronte alle difficoltà dell’underbooking (neologismo che attiene ai voli ma che rende comunque l’idea!) soprattutto nei periodi di bassa stagione. Come si sopravvive ? Beh la ricetta è sempre la stessa, contenimento dei costi, prezzi contenuti (ma non stracciati!) e servizi qualitativamente eccellenti!

Permettetemi una sottolineatura relativamente ai prezzi: la “politica dei prezzi stracciati” a mio avviso non funziona, perchè se è vero che abbassando di molto i prezzi possiamo riempire una camera che altrimenti nell’immediato rimarrebbe vuota è altrettanto vero che la qualità del servizio con costi tanto bassi ne risentirebbe e di conseguenza anche la brand reputation trovando così difficoltà ad affermarsi positivamente.

Ha notato dei cambiamenti sulla provenienza dei turisti?

Rispetto agli anni precedenti non ho notato grandi cambiamenti anche se i paesi emergenti, quelli del post BRIC per intenderci, ovvero Turchia, Indonesia, Thailandia, Filippine e Malesia o i Paesi dei Nord Africa (Egitto, Tunisia e Marocco)  potrebbero in futuro dire la loro in termini di arrivi nel nostro bel Paese!

Quali sono i canali da cui arrivano i suoi clienti?

I canali sono sempre gli stessi, le OTA (Booking, Venere, Expedia, Hotels.com, Hotwire), poi le prenotazioni dirette su internet se si fa del buon web marketing, quindi Google adwords, ma soprattutto il passaparola rimane per me il canale privilegiato e più importante, perchè un ospite soddisfatto è un ospite che ritorna e fa da volano per migliorare e far circolare il brand della struttura.

Che ruolo hanno i social network nella gestione della sua attività?

I social a mio avviso sono un veicolo importante di promozione e per l’intercettazione di potenziali ospiti ma ritengo siano solo uno dei canali di promozione che va integrato con tutto il resto, OTA, marketing diretto, SEO, e non lascerei da parte il remaketing che secondo me sta conquistando un’ampia fetta del mercato turistico.

Come promuove il suo b&b l’Aurelia Garden Gold?

Come accennavo prima da sempre ho curato il SEO, poi il passaparola, la pubblicità on line e off line, offerte speciali su siti specificatamente turistici e in quest’ultimo anno ho aderito anche a una OTA, Venere.com che mi porta circa un 10% di prenotazioni.

Il suo b&b offre al cliente un’area spa e fitness, nata per andare incontro ad una richiesta del mercato?

Si all’interno del mio b&b abbiamo realizzato una piccola spa e area fitness, fiore all’occhiello del nostro b&b per andare incontro a una richiesta di mercato ma, soprattutto, per offrire un’offerta diversificata e con  qualcosa in più per il turista.

Come mai ha deciso di puntare su un pacchetto TOP di Roma-Hotels. it?

Perchè lo ritengo un buon sito, ben gestito, che può portare prenotazioni e profitto alla mia attività.

Se dovesse definire il suo b&b con uno slogan quale sarebbe?

Il nostro b&b è un’oasi di verde dove rilassarsi e farsi coccolare, sentendosi accolti con professionalità e cura.