Roma, la città eterna, la capitale, Caput mundi, e…chi più ne ha più ne metta! Tanti nomi per una delle città più belle ed affascinanti al mondo. Roma ogni anno conta milioni di turisti, che giungono nella città per ammirare le bellezze artistiche che essa offre, il grande patrimonio della nostra storia ed umanità; oltre all’arte e alla cultura, la città offre anche tanta mondanità, per chi ama lo shopping, basti pensare agli eleganti ed esclusivi “quartieri” del centro, come Piazza di Spagna e Via Condotti, con le varie boutiques di alta moda e di marche prestigiose. Anche il clima è favorevole per chi decide di visitare la città, per la maggior parte dell’anno è mite e permette di girare tranquillamente anche a piedi nel centro storico.

Roma bagnata dal Tevere

Roma si può visitare anche in un week-end, immergendosi nella storia e cultura della città anche in pochi giorni, ci si può organizzare tranquillamente un itinerario con le cose principali che non si devono assolutamente perdere.

Possiamo consigliare, per tutti quelli che decidono di soggiornare a Roma per due giorni, un itinerario di “10 tappe fondamentali“, che segnano la storia della città, e che non possono mancare nel nostro soggiorno romano.

1) La prima tappa da fare nel primo giorno a Roma è senza dubbio la Basilica di San Pietro in Vaticano; è l’emblema della città, insieme al Colosseo, e anche simbolo di tutta la cristianità, descritta come la più grande chiesa al mondo, e sede delle principali manifestazioni di culto come il Natale e la santa Pasqua. E’ suggestiva la sua enorme facciata, larga più di 100 metri, e la stessa Piazza S. Pietro circondata dal famoso colonnato del Bernini che fa da cornice all’intero complesso architettonico.

2) Da San Pietro in Vaticano si prosegue per Castel S. Angelo, altra tappa importante per il nostro itinerario, lo storico castello romano edificato intorno al 123 d. C. come sepolcro per l’ imperatore Adriano. Ha attraversato per millenni la storia della città , ancora intatto nella sua struttura, prima come prigione durante il Risorgimento, ora sede di un museo.

3) Nei pressi di Castel S. Angelo troviamo il fiume che bagna la città, il Tevere, il principale corso d’acqua dell’ Italia centrale, che crea un suggestivo paesaggio cittadino con i numerosi e bellissimi ponti che collegano una zona e l’altra di Roma. vicino il Tevere abbiamo uno dei quartieri storici più noti di Roma: Trastevere, famoso per le caratteristiche trattorie che offrono la tipica cucina romana.

4) Attraversato il fiume Tevere si giunge in una delle piazze più famose della città che non possono non essere visitate: Piazza Navona, nota piucchealtro per la ricorrenza dell’Epifania, dove ogni anno vengono allestite le bancarelle per i bambini, con giochi e dolciumi come abbiamo descritto in questo articolo. La celebre piazza ha una forma di un antico stadio e presenta nel suo centro la fontana del Bernini, detta la Fontana dei Quattro Fiumi.

5) Il nostro itinerario continua giungendo al Pantheon, altro monumento architettonico di grande importanza per la storia di Roma antica, in passato era chiesa cristiana, poi fortezza medievale, ed ora tappa di moltissimi turisti che visitano il suo interno, dove è sepolto il pittore Raffaello.

6) Un’altra celebre piazza romana è Piazza di Spagna nel centro storico, famosa per la sua scalinata del ‘700, dove ogni anno migliaia di turisti approfittano per una foto ricordo sullo sfondo di Trinità dei Monti, la chiesa che s’innalza sulla Piazza; è una delle parti più suggestive di Roma, con la nota fontana del Bernini, la Barcaccia. Insomma…da non perdere!

Il Colosseo

7) Il 2° giorno puo’ iniziare con la visita all’anfiteatro Flavio, più noto come il Colosseo, da sempre simbolo di Roma, il maestoso monumento di epoca romana, teatro nell’antichità dei numerosi spettacoli di gladiatori e animali. Si puo’ visitare al suo interno, enorme, all’epoca poteva ospitare 70.000 spettatori!

8 ) Percorrendo la via dei Fori Imperiali, si giunge al Foro Romano, la più importante area archeologica di Roma, dove all’epoca venivano esercitate le varie attività politiche, commerciali e religiose.

9) Nei pressi del Foro Romano vi è un’altra suggestiva piazza romana da vedere assolutamente: Piazza Venezia, nota per il Vittoriano, il colossale monumento dedicato a Vittorio Emanuele II. La piazza è situata ai piedi del Campidoglio, e da qui si incrociano via dei Fori Imperiali e via del Corso.

10) Il nostro itinerario romano termina con la visita del Campidoglio, uno dei sette colli su cui venne fondata Roma, e sede del comune di roma. La piazza presenta tre palazzi: il palazzo senatorio, palazzo dei conservatori e palazzo nuovo, sede dei Musei Capitolini.